Bere Acqua Energizzata

L’acqua si può descrivere soltanto con la sua formula chimica? Se prendi due molecole di idrogeno e una di ossigeno, hai ottenuto acqua. Bevendo acqua però non ti sembra semplicemente di mettere dentro il tuo corpo una certa quantità di “H2O”. Questo perché l’acqua è molto di più di quello che si vede al microscopio, è un elemento che ci appartiene e di cui siamo fatti al 70%, ed è un elemento che ha energia vitale. Ogni essere umano deve respirare ossigeno e bere acqua, è la base della sopravvivenza di tutti, ma ancora non tutti comprendono che nell’acqua c’è vita, energia, vibrazioni che nutrono il corpo e l’anima dell’essere umano.

Acqua Energizzata

Che cosa è l’acqua energizzata? Di che tipo di energia stiamo parlando? L’acqua ha energia vitale, che nutre sia il corpo fisico, che tutti gli altri corpi energetici (eterico, emozionale, mentale e spirituale). Ma non tutte le acque hanno la stessa qualità di energia vitale, se bevi l’acqua in bottiglia e poi provi a bere per qualche settimana l’acqua di una fonte di montagna, puoi vedere dopo alcune settimane i primi benefici.

L’acqua di una fonte, ha circa il doppio dell’energia vitale dell’acqua di rubinetto, la sua frequenza energetica è quindi aumentata, è stata energizzata (X 2). Indichiamo con la sigla X 2 il fatto che la frequenza iniziale è stata moltiplicata per 2 volte, ovvero che apporta il doppio dei benefici dell’acqua corrente.

Perché bere acqua energizzata

Ogni giorno dovremmo bere tra i 2 e i 3 litri d’acqua, questo porta a una media di 700/1000 litri bevuti in un anno. Quanto può migliorare il tuo benessere se ogni litro fosse più nutriente per il tuo corpo e per la tua anima? Basterebbe questa piccola modifica nelle abitudini di tutti i giorni per vivere una vita più sana e piena di energia.
Immagina una persona che fatica a mantenere il suo peso forma, rinunciando a i piatti preferiti e cercando di allenarsi nei ritagli di tempo. Qualcuno poi gli fa notare che beve ogni giorno 1 cappuccino e 4 caffè, per un totale di 220 calorie al giorno. Modificando questa semplice abitudine, il suo metabolismo cambia profondamente e in modo duraturo.

Sono i piccoli gesti quotidiani, quelli che ripetiamo sempre, che influiscono in modo radicale sulla nostra vita.

Alimentazione Vibrazionale

Siamo fatti di un corpo fisico e visibile, siamo anche fatti di corpi non visibili, corpi energetici che emettono vibrazioni e si nutrono di vibrazioni. Per vivere al meglio dobbiamo quindi nutrire il nostro fisico con della materia ma anche i nostri corpi di luce con delle energie a frequenze elevate. Per rimetterci in forze e ricaricare la forza vitale, la luce interiore che ci spinge ogni giorno.

Che l’acqua e il cibo non erano solo fatti di proteine, carboidrati, grassi e molecole, lo ha per primo teorizzato l’Ing. Andrè Simonetron, che dopo anni di ricerca, riuscì a misurare le radiazioni emesse dai cibi, scoprendo che i cibi e l’acqua hanno differenti energie vitali. Suddivise i cibi in 4 categorie: alimenti superiori, di appoggio, inferiori e morti. Gli alimenti con più energia vitale sono le verdure a foglia verde, e la frutta fresca, quelli morti, privi di vitalità sono il caffè, la carne, lo zucchero etc.

Per misurare questa energia utilizzò il parametro dell’Armstrong, e vide che soltanto quando la frequenza vibrazionale dell’acqua o degli alimenti, era superiore a 6500 Armstrong, questi portavano beneficio all’organismo. Più è alta la frequenza, più è il beneficio per il corpo. Questo è il motivo per cui non solo è necessario bere acqua energizzata tutti i giorni, cercando il modo più pratico per trasformare il gesto più comune in una scelta di nutrimento e guarigione di sé stessi e della propria famiglia.

Effetti dell’acqua energizzata

Cosa puoi aspettarti dal bere acqua energizzata? Certe acque di montagna hanno un sapore migliore, ma per vedere gli effetti è necessario berla in modo costante, per almeno 21 giorni. Gli effetti saranno molto differenti per ogni persona, in quanto utilizziamo le nostre energie vitali in modi unici e le nostre carenze energetiche, che verranno ripristinate, sono differenti.

Dagli esperimenti con acque a frequenza massima, è stato possibile scoprire gli effetti sull’essere umano dopo un mese di utilizzo costante di acqua energizzata (almeno un bicchiere al giorno).

Dopo un mese di utilizzo sono migliorati in modo evidente i seguenti valori:

  • Energia vitale
  • Qualità del sonno
  • Energia al risveglio
  • Digestione
  • Memoria
  • Attenzione
  • Luminosità ed elasticità della pelle
  • Luminosità e salute dei capelli
  • Umore medio
  • Benessere Generale

L’analisi del gruppo sperimentale ha permesso di scoprire che ogni persona ha avuto miglioramenti in questi aspetti, che nell’arco di un mese sono migliorati da un minimo del 5% a un massimo del 45%. Questi risultati sono stati ottenuti semplicemente energizzando l’acqua di casa propria, in bottiglia o del rubinetto.

Come e quando berla

Per ottenere effetti benefici dall’acqua energizzata, bisogna berla ogni giorno. Non è una medicina o una magia, si tratta di vibrazioni ad alta frequenza, che per portare effetti chiari, devono essere continuamente immesse nell’organismo.
Questo è il motivo per cui il massimo beneficio non lo ottiene chi beve un litro di acqua energizzata a pranzo e uno a cena, ma chi beve durante la giornata, tanti bicchieri, dando modo alle frequenze di continuare a lavorare per tutto il giorno, accompagnando e nutrendo tutti i corpi (fisico ed energetici).

Come accade questo? Come lavora con il nostro corpo l’acqua energizzata? Sai che il corpo umano è fatto dal 70% di acqua, quando bevi un bicchiere di acqua energizzata, questa entrando nel corpo aiuta tutta la nostra “acqua” a sintonizzarsi a una frequenza più elevata e nello stesso tempo apporta vibrazioni elevate che nutrono corpo e anima.

Succede però che durante la giornata siamo sottoposti a stress esterni, interazioni con altre persone, compiti da svolgere e come se non bastasse, la nostra mente spesso vaga nel dolore dei ricordi o nelle preoccupazioni per il futuro.

Così le nostre frequenze di energia vitale, prese tra i due fuochi del mondo esterno e quello interno, vengono riportate ad energie di bassa frequenza. Ed è questa la ragione per cui è molto più efficace bere molti bicchieri, anche piccoli, durante la giornata: in modo da aiutare il nostro corpo e l’anima a restare in vibrazioni più alte possibili.

Metodi per energizzare l’acqua

L’acqua del rubinetto è quella che definiremo “normale”, ogni acqua che viene migliorata è acqua energizzata. Ci sono però molti modi per caricare l’acqua di vibrazioni ad alta frequenza, ogni metodo ha dei pro e dei contro, la fonte di montagna per esempio ha il vantaggio di essere già pronta, ma lo svantaggio di energizzare poco (X2 ovvero il doppio).

Non c’è un modo perfetto per tutti, ci sono molti modi tra cui ognuno può scegliere, in base alle capacità, alla voglia di impegnarsi ma soprattutto all’importanza che ricopre il prendersi cura del proprio benessere e delle proprie energie.
Non importa quale metodo scegli, qualsiasi metodo energizza l’acqua ed è quindi soltanto importante sceglierne uno, per iniziare a trarne i benefici e prendersi cura della propria energia.

Tipi di acqua energizzata

Acqua del rubinetto
L’acqua del rubinetto è energeticamente migliore di quella in bottiglia, tutte le misurazioni vengono fatte basandosi sull’acqua di rubinetto, quando si energizza l’acqua però si può utilizzare o la propria acqua di rubinetto o qualsiasi acqua in bottiglia.

Acqua energizzata bottiglia blu
Mettendo l’acqua in una bottiglia di vetro blu e lasciandola esposta ai raggi del sole e della luna si ottiene Acqua Solarizzata. Questo metodo aumenta di tre volte l’energia dell’acqua (X3).

Acqua caricate Reiki
Tenendo tra le mani una bottiglia d’acqua per almeno 30 minuti, chi pratica Reiki può aumentare la sua frequenza vibrazionale, caricando l’acqua di energia. A seconda del livello del praticante si può migliorare l’energia dell’acqua da 5 a 80 volte (da X5 a X80).

Acqua caricate con pietre
Se l’acqua viene lasciata per qualche giorno a contatto con delle pietre naturali o gemme, aumenta la sua energia. Ci sono diversi sistemi per ottenere questo risultato, quelli più efficaci utilizzano numerose pietre, differenti tra loro. Seguendo questo metodo l’acqua viene energizzata fino a cinque volte (da X2 a X5).

Acqua di fonte montana
L’acqua di fonte è più carica di energie sottili, rispetto a quella del rubinetto. La differenza solitamente è meno di quanto ci si possa aspettare. Sebbene non siano state analizzate energeticamente tutte le fonti esistenti, un risultato tipico mostra energie migliorate oltre il doppio dell’acqua normale. (da X2 a X8).

Acqua caricata con campane tibetane
Un metodo molto conosciuto per energizzare l’acqua è quello di esporla al suono di campane tibetane o crystal bowls. I suoni emessi dalle campane si trasmettono all’acqua e ne migliorano l’energia. Esponendo l’acqua al suono delle campane per almeno 30 minuti, l’energia aumenterà fino a cinque volte (X5).

Acqua energizzate con le card Qh2on
Le quantum card Qh2on sono strumenti per poter utilizzare le energie sottili in modo facile e autonomo. La card The Source X7000 ha un programma energetico che permette di energizzare l’acqua fino al suo massimo potenziale (X7000). Basta mettere una o più bottiglie sopra la card per iniziare ad aumentare la sua frequenza vibrazionale.
(la trovi qui: https://www.qh2on.com/services/the-source/ )

Acqua caricate con mandala (e geometrie sacre)
Un altro metodo per energizzare l’acqua è mettere la bottiglia sopra a un mandala o ad altre geometrie sacre. Basterà appoggiare l’acqua su un foglio dove è rappresentata l’immagine scelta e lasciarla qualche giorno a caricare, la sua energia migliorerà. (da X2 a X5).

Acque spirituali
Ci sono molti tipi di acque spirituali, la loro frequenza è solitamente alta, L’acqua di Lourdes per esempio è X28, quella di Medjugorie X34, L’acqua Diamante X14, Remonda-S.Michele X325. Queste acque vengono solitamente regalate in piccole bottiglie o acquistate presso negozi vicini alle fonti sacre.

Grazie alla loro frequenza elevata queste acque spirituali possono essere riprodotte con lo stesso principio del lievito madre. Si prende una piccola quantità di acqua spirituale (chiamate anche acque di luce) e si versa in una bottiglia di acqua comune, agitando poi il tutto; la frequenza di un tappino basta a aumentare quella di una bottiglia.

La controindicazione all’uso di queste acque è che sono difficili da reperire e questo porta a tenere una bottiglia, che viene usata ogni giorno per replicare tante altre bottiglie da poter bere. Utilizzando la bottiglia originale in questo modo, la proliferazione batterica della bottiglia è molto elevata. Si sconsiglia di tenere una bottiglia per più di qualche mese, perché ogni volta che il tappo viene aperto, batteri e altri microrganismi entrano al suo interno. (da X15 a X2500)

Acque caricate in meditazione / preghiera
Un altro metodo per energizzare l’acqua è quello di utilizzare mantra, preghiere o meditazione. L’effetto è molto più forte se sono più persone insieme a praticare. Mettendo l’acqua in una stanza dove si praticano queste attività per almeno 30 minuti, si può aumentare la frequenza fino a 10 volte. (da X2 a X10).

Vuoi saperne di più?

Leggi questa guida per energizzare l’acqua a casa tua

Quale metodo scegliere?

Dopo questa veloce analisi di alcuni dei metodi per energizzare l’acqua hai potuto vedere che qualsiasi metodo almeno raddoppia le energie sottili che sono presenti nella tua acqua. La prima risposta che possiamo sicuramente dare è che qualsiasi metodo è meglio che bere acqua in bottiglia.

Inizia quindi da quello che ti fa venire più voglia di utilizzare, perché la cosa più importante è bere sempre acqua energizzata, il modo che ti viene più comodo, è per ora quello migliore.
Quando inizierai a vedere i risultati potrai provare altri metodi e cercare quello più efficace e più adeguato al tuo stile di vita, ma è sempre meglio iniziare seguendo il proprio istinto.

Chi ne ha bisogno?

Ogni persona utilizza le sue energie vitali in modo differente. Al ritorno da una lunga corsa è facile sentire il corpo stanco e bisognoso di ricaricarsi, ma dopo una brutta litigata riesci a sentire che le tue energie emozionali sono state bruciate? Dopo ore di attenzione o studio, senti le energie mentali che sono scariche? Dopo un lungo periodo di stress e di preoccupazione, senti che le tue energie vitali sono differenti?

Al termine di un lungo periodo di difficoltà, di lotta, di malattia, appena si rasserena la situazione, il corpo crolla e dobbiamo riposare e prenderci cura delle fatiche che abbiamo sopportato. Ma non basta dormire, bisogna nutrire ogni corpo energetico per potersi rimettere in piedi nel modo migliore.
Chi vive sfide quotidiane che mettono alla prova non solo il corpo, ma anche la mente, il cuore, le emozioni, l’anima, necessita di nutrire tutto il suo essere e l’acqua energizzata è il modo più semplice per farlo ogni giorno.

Conclusioni

Le scoperte della bioenergetica, della chinesiologia e della radioestesia hanno confermato quello che la medicina cinese e indiana dicevano già prima che la cultura occidentale esistesse, ovvero che l’uomo è fatto sia di materia fisica che di energia sottile. Attraverso chiara e meridiani, questa energia vitale scorre dentro ogni essere umano, che vive una doppia natura, materiale e di essere di luce. Prendersi cura della propria energia è sempre più facile, sempre più alla portata di tutti e l’acqua energizzata un già oggi è una scelta semplice, che può migliorare la vita di tutti quanti.

Lascia un commento