Come purificare la casa dalle energie negative

La guida pratica su come purificare la casa dalle energie negative, nasce dalla permanenza delle energie sottili emesse dall’essere umano nei luoghi in cui si trova. Energie sottili che si attaccano ai luoghi in cui queste vengono emesse. Le emozioni forti hanno una densità maggiore e restano attaccate alle mura, ai pavimenti, ai mobili, molto più tempo delle emozioni leggere, che aprono il cuore e ci fanno stare bene. Alcune persone hanno una sensibilità maggiore a queste energie negative e dense, e sentono chiaramente la differenza energetica che c’è tra un ambiente energeticamente positivo e una stanza carica di energie negative.

Alcune persone non riescono a stare troppo tempo in ambienti negativi, sentono subito disagio. Queste persone più sensibili, se vivono in una casa che non è pulita energeticamente, possono sviluppare con il tempo anche malesseri più seri e nocivi per la salute. Come per l’olfatto c’è chi è meno sensibile e riesce a vivere in ambienti con odori forti, e chi non riesce a stare bene in una stanza che non sia pulita e profumata.

Tipologie di energie nocive

Le energie negative che possiamo trovare negli ambienti sono di vario tipo, dalle energie elettromagnetiche, sviluppate dall’elettricità dei cavi della corrente e dagli apparati elettrici ed elettronici, ai campi energetici derivati dai corpi energetici dell’essere umano, ovvero il corpo fisico, eterico, emozionale, mentale, spirituale e animico.

La pulizia energetica della casa e degli ambienti in generale, non riguarda i campi elettromagnetici ma le energie sottili. La buona notizia è che una casa ripulita dalle energie negative, rinforza le difese del corpo umano e lo rende molto più resistente alle interferenze esterne anche dei campi elettromagnetici, che seppur invariati, arrecheranno molto meno danno.

Metodi naturali per pulire le energie negative degli ambienti

Ci sono alcuni modi naturali per fare pulizia delle energie negative e riportare luce ed energie positive in casa tua. Questi sono i più tradizionali e permettono una purificazione energetica forte, di quelle energie più dense che si possono essere stratificate nel tempo. Non sono adatte a tutte le persone, ma l’elenco dei metodi è vario, in modo che più metodi differenti possano essere combinati tra loro, per una pulizia più profonda.

Indicazioni generali

Per tutti i metodi, senza distinzione, si ricorda di:

  • Pulire la casa e i pavimenti prima di purificare, la pulizia fisica degli ambienti si effettua prima di quella energetica.
  • Prima di iniziare a purificare una stanza, mettere un secchio d’acqua nella stanza. Va bene il secchio per lavare per terra e l’acqua deve essere fredda e di rubinetto.
  • Buttare quest’acqua nella toilette alla fine della purificazione.
  • Aprire le finestre durante la purificazione e areare i locali quanto necessario.

1) Smudging con la Salvia bianca

La Salvia bianca è una delle erbe più potenti per la purificazione della casa. Si può trovare in piccoli mazzetti annodati, già pronti per la fumigazione, reperibile anche in erboristeria. L’utilizzo è molto semplice, si accende l’estremità opposta ai gambi, si lascia bruciare alcuni secondi e poi si spegne la fiamma.

Dopo aver spento la fiamma, inizierà ad emettere molto fumo denso, a quel punto si passa la salvia lungo le pareti, insistendo particolarmente su tutti gli angoli, sulle porte e sulle finestre. Sarà necessario areare i locali molto bene, in quanto la Salvia bianca ha un forte odore caratteristico, per questo motivo non è adatta alle persone con particolari allergie o sensibilità.

2) Incenso in bastoncini o Palo Santo

L’incenso in bastoncini o il Palo Santo possono essere utilizzati nello stesso modo della Salvia bianca, accendendoli, e passando il fumo sugli angoli, pareti e infissi. L’efficacia è un po’ inferiore a quella della Salvia bianca, ma l’odore è decisamente più gradevole. Una buona soluzione è combinare questo metodo con altri metodi, per rafforzare l’effetto. Areare sempre bene i locali dopo la purificazione.

3) Incenso in grani o coni

L’incenso in grani o in coni può essere usato per una fumigazione a saturazione, per utilizzarlo è necessario un bruciatore per incensi e un pezzo di carbonella, che andrà acceso sotto il bruciatore. A differenza delle altre fumigazioni, in questo casi si accende l’incenso in grani o in coni, si chiudono finestre e porte e si esce dalla stanza, lasciando che si riempia di fumo.

Non è adeguato nelle stanze con allarmi anti fumo e non è consigliato nelle stanze con tendaggi o tappeti (a meno che non si gradisca molto l’odore di incenso). Anche in questo caso è molto importante areare bene i locali prima di soggiornarvi.

4) Incenso miscela di Olibano e Mirra

L’incenso in grani, della qualità Olibano è ideale per le purificazioni degli ambienti, soprattutto se unito con dei grani di Mirra. La proporzione corretta è un grano di Mirra per ogni 7 grani di Olbano. Anche in questo caso per utilizzare i grani è necessario un bruciatore per incenso e un pezzo di carbonella.

L’utilizzo di questa miscela è molto efficace, ma l’odore di Olibano e Mirra è decisamente forte e pervasivo, si raccomanda quindi di fare delle prove per assicurarsi di non avere reazioni allergiche a queste sostanze e di non trovarle troppo sgradite all’olfatto. In ogni caso areare bene i locali dopo l’uso.

Metodi per la purificazione energetica senza fumo

La pulizia energetica della casa con ii metodi precedenti non è adatta a tutte le persone, il fumo può risultare sgradito o provocare irritazione agli occhi di alcune persone. Chiunque abbia riserve ad utilizzare incensi o erbe può trovare una combinazione dei seguenti metodi per la purificazione delle energie negative della casa.

5) Sale grosso, oli essenziali e cristalli

I grani di sale grosso sono stati utilizzati fino dall’antichità per purificare gli ambienti. Basta mettere 3 chicchi di sale grosso negli angoli di ogni stanza per assorbire una parte delle energie pesanti dell’ambiente. Questo metodo da solo non è sufficiente per una pulizia energetica, può essere però combinato con l’utilizzo di oli essenziali di salvia bianca.

L’olio essenziale può essere messo in un nebulizzatore per oli essenziali oppure in modo più semplice, si possono aggiungere alcune gocce all’acqua dell’umidificatore da termosifone o alcune gocce insieme all’acqua in uno spruzzatore per liquidi. Questi metodi non sono adeguati per ambienti molto carichi di energie negative ma sono perfetti per una purificazione mensile di mantenimento (dopo aver eseguito una pulizia energetica più profonda con altri metodi)

6) Mantra, preghiere, candele

Si possono utilizzare le proprie preghiere per purificare gli ambienti oppure dei mantra specifici. Il più consigliato è Om Mani Padme Hum. L’effetto è certamente reso più efficace dall’uso di una candela, meglio se bianca o chiara, e da un profondo stato di concentrazione.

Gli stati di meditazione profonda possono produrre effetti di purificazione ambientale, è però un livello di concentrazione e di elevazione spirituale che da un lato non è raggiungibile da tutti, dall’altro è difficile da raggiungere in un ambiente sovraccarico di energie negative, che possono rendere sgradevole la meditazione o la concentrazione.

Questi metodi sono più consigliati per mantenere energizzati degli ambienti che prima sono stati purificati profondamente dalle energie negative.

7) Musica 432 Hz

La musica a 432 Hz ha effetti di purificazione ambientale e di energizzazione degli ambienti. Si possono trovare molti brani con questa frequenza, anche gratuitamente su youtube. La scelta è molto vasta, molti brani hanno musiche mentre altri solo suoni ambientali e rilassanti, è importante però non scegliere i brani con la dicitura “binaural beats” o “suono binaurale”.

Quel genere di audio è fatto per l’utilizzo di cuffie e non è adatto agli ambienti, la scelta di quei brani con delle casse acustiche non è dannosa ma rende l’azione completamente inefficace. Questo genere di pulizia non è adeguata ad ambienti troppo carichi di energie pesanti e si consiglia di utilizzarla per il mantenimento della pulizia e per l’energizzazione.

8) Reiki (dal secondo livello)

Tutti i praticanti di Rieki che abbiano conseguito almeno il secondo livello, possono purificare gli ambienti da energie negative, questa tecnica è molto potente ed immediata, e si consiglia di praticarla frequentemente per mantenere le energie ambientali sempre elevate.
La sequenza di simboli consigliata per la purificaizone è 1,2,1 su ogni parete e 1,2,1,3,1, al centro della stanza.

8) The Bridge e Vortex

Le energy card Vortex e The Bridge assorbono le energie negative sottili e trasformano una parte di queste energie dense in vibrazioni energetiche positive per l’organismo.

Basta posizionarle vicino al letto o vicino al tavolo da pranzo e inizierà il suo lavoro di eliminazione delle energie negative, con un raggio di azione fino a 7 metri dal centro della card.

L’azione costante delle energy card permette di avere ambienti sempre energeticamente positivi e le sue piccole dimensioni la rendono adatta a molti usi:

  • Sotto il letto per un sonno senza influenze esterne
  • Sotto il tavolo da cucina per purificare la zona
  • Nel primo ripiano del frigorifero, per eliminare energie negative degli alimenti
  • Nella credenza per eliminare energie negative di conserve ed energizzare il cibo
  • Dentro il portagioie, per purificare anelli, ciondoli, pietre preziose e gioielli.

10) Pietre e cristalli

Le pietre e i cristalli sono un valido aiuto per mantenere l’ambiente energetico positivo e praticare una costante azione di purificazione energetica, anche se per risultati eccellenti sarebbero necessari numerosi cristalli di grandi dimensioni.

L’uso consigliato è quindi quello localizzato, per fini specifici. La shughite è ideale da mettere sotto il letto o vicino alla postazione di lavoro informatica, mentre l’ametista è consigliata per la scrivania, il comodino ed è un perfetto porta gioie dove tenere gioielli ed oggetti preziosi.

Stanze cariche di energia negativa resistente

Per le stanze e gli ambienti con energie più dense si consiglia la combinazione di più metodi ed una purificazione più frequente. Potrebbero infatti essere necessarie più sessioni per riportare le energie ad uno stato ideale. Si raccomanda di avere massima attenzione alla purificazione della stanza da letto, soprattutto se è una stanza dove dormono due partners.

Il luogo dove si dorme è infatti sempre molto carico di energie che se lasciate sedimentare possono disturbare il sonno, ogni discussione, litigio, ogni emozione che emettiamo, anche durante gli incubi, si deposita sui muri, sugli oggetti, sui mobili, sui tessuti, creando giorno dopo giorno un ambiente più denso e nocivo.

Conclusione

Ogni luogo che frequentiamo ci può dare energia positiva, aiutandoci nel cammino, sostenendoci e nutrendo le nostre forze, rendendo più gradevole la permanenza. Se non ci si prende cura delle energie della casa però queste energie possono essere negative, sgradevoli o nocive e questo trasforma il luogo.

Chi è più sensibile alle energie sottili si accorgerà subito della differenza, ma i benefici arriveranno a tutti, non soltanto a chi percepisce le energie in modo più chiaro.

Basta una sola persona consapevole, in ogni famiglia, per cambiare la vita di tutti gli abitanti. Purificare la casa è una pratica semplice e un atto d’amore verso i nostri cari.

Prendersi cura del proprio benessere include anche la purificazione energetica dei cibi, puoi trovare qui un approfondimento.

Lascia un commento