Energie sottili: ne hai bisogno?

Abbiamo già visto che ogni essere umano ha dei corpi di energia, e centri energetici. Quindi tutti abbiamo le energie sottili e le usiamo ogni giorno, ma tu hai bisogno di più energia? Le energie sottili sono infinite e disponibili per tutti: un tesoro nascosto di cui spesso trascuriamo l’importanza. Altrimenti, l’alimentazione energetica sarebbe una costante quotidiana e ogni persona farebbe attenzione a non sprecare energie mentali, emozionali e spirituali e si impegnerebbe per aumentarle.

Non siamo tutti uguali e molte persone noterebbero a malapena la differenza tra una vita con abbondanza di energie ad alta frequenza vibrazionale e una vita senza.

Troppe persone si identificano esclusivamente col proprio corpo fisico, trascurando pensieri, emozioni e spirito. Se non sei consapevole della tua natura di luce, che comprende l’armonia di tutti i corpi energetici, nutrire ed alimentare le energie sottili non sarà affatto necessario.

I risvegliati culturali delle energie sottili

Un’altro gruppo è formato dai “risvegliati culturali”. Sono quelli che hanno letto un po’ di libri e visto la serie di film “Matrix”. Battute cinematografiche a parte, accettano l’idea che il nostro corpo sia anche energia e che la realtà manifesta sia una delle realtà esistenti. Nel caso in cui abbiano provato la meditazione o durante il dormiveglia, hanno probabilmente vissuto istanti di insight e aver sentito che i loro ragionamenti erano giusti. Se fai parte di questo gruppo, hai molta potenzialità per entrare in contatto con le energie sottili. Non ne hai però raggiunto la piena percezione e non le usi quotidianamente. Per te l’energia è solo una teoria e non la realtà pratica di ogni giorno. Provare l’alimentazione energetica o l’esercizio della meditazione ti aiuterà nel percorso di armonizzare le energie sottili e sentirle nella quotidinatità. La costanza in questi casi è la chiave risolutiva.

Alimentazione energetica per il contatto con le energie sottili

Facciamo un parallelo con la corretta alimentazione del corpo fisico. Chi si nutre in modo attento, scegliendo le giuste calorie, la materia prima migliore, preparando i pasti più sani? Lo fanno gli atleti, che usano il loro corpo per raggiungere dei risultati elevati, sia nella forma estetica che nelle prestazioni. Oppure chi è in fase di guarigione o sta affrontando una malattia che mette il corpo alla prova.

La maggioranza delle persone evita le esagerazioni ma senza compromettere il gusto ed il piacere della tavola. Al tuo corpo fisico dai da mangiare. Al tuo corpo emotivo interessa che sia buono, perché le cose buone danno piacere. Il piacere nutre le emozioni, non il corpo. Il tutto, tranne in caosi di patologie fisiche o psichiche, in equilibrio, finché non chiedi a te stesso di affrontare qualche sfida fisica o emotiva importante.

A chi serve il cibo energizzato

L’alimentazione energetica serve a quelli che usano o vorrebbero usare l’energia nel quotidiano, non solo a chi ne ha percezione razionale. Provando, ti accorgerai di essere entrato in un circolo virtuoso in cui più userai le tue energie sottili, più imparerai a usarle e ne sentirai i benefici.

Le energie sottili servono anche a quelle persone che chiedono molto al loro corpo. Chi si è reso conto della natura energetica del corpo e vuole utilizzare tutte le risorse per affrontare una sfida importante. Rientrano in questo caso gli atleti che vogliono raggiungere performance molto elevate, sia come risultati che come forma fisica. Anche chi affronta una vita particolarmente intensa e impegnativa ha bisogno di tutta l’energia possibile. Risultati sfidanti richiedono ogni aiuto possibile e tutte le energie che ci sono.

La tua sfida è raggiungere una percentuale di massa grassa molto bassa?
La tua sfida è trasformare un corpo fuori forma in un corpo che funziona in
modo corretto?
La tua sfida è gestire una vita che ti butta a terra con stress, preoccupazioni, lavoro impegnativo e poco tempo per la tua crescita personale e coltivare i tuoi sogni?
La tua sfida è affrontare un periodo di vita difficile o una malattia debilitante?

Ognuno di noi affronta sfide differenti, non serve essere atleti olimpionici o modelle di lingerie per mettere la massima attenzione al proprio corpo e alla propria energia vitale. Serve più energia e più aiuto sia a chi cerca di tornare in forma e si impegna ogni giorno per riuscire a perdere peso, sia a chi ha un buon metabolismo e riesce a mantenere una buona forma senza eccessivi sacrifici.

Se stai praticando il digiuno intermittente e fatichi a non mangiare per 24 ore, sicuramente hai bisogno di tutte le tue energie sottili in armonia e in abbondanza: il desiderio di dolci non passerà, ma il corpo avrà più forza e vitalità.

Approccio olistico alla malattia

Le sfide che il corpo può affrontare sono anche causate dalle malattie. Chi è ancora nel vecchio paradigma, dove il paziente malato va dal dottore che lo prende in carico e lo cura, utilizza un certo tipo di mentalità, per cui la malattia è qualcosa di anomalo che fa stare male, il dottore guarisce quell’anomalia e il paziente ritorna sano attraverso le medicine.

Nel nuovo paradigma è quasi l’opposto. La persona è il dottore di se stesso, il corpo è quello che guarisce. Non c’è più un corpo malato ma un sintomo: segnale che indica un malessere che, in proporzioni differenti, coinvolge la parte materiale e immateriale della persona, mente, cuore, corpo e spirito. Il sintomo è un avviso che ci indica che qualcosa nel corpo non funziona. Come è importante sollevare il corpo fisico dal sintomo, anche attraverso le medicine, lo è altrettanto iniziare un percorso di ricerca della causa in tutti i livelli della persona. Il medico o il terapeuta è importante siano un supporto a questo percorso. Accompagnando in questo viaggio la persona e fornendogli gli strumenti per affrontare la guarigione e la scoperta di sé.

Le energie sottili nella medicina integrata

La medicina tradizionale ha fatto e continua a fare molti progressi. Ogni medico ha una chiara visione del suo campo di studi, così l’ortopedico sarà preparato per quanto riguarda le ossa, l’oculista per quanto riguarda la vista, ma il dottore resta la persona e chi guarisce è sempre il corpo, i medici sono consiglieri che aiutano per illuminare il loro campo di esperienza. In questo modo si potranno analizzare molti più aspetti e non ci si limiterà al sintomo.

Nella medicina integrata, non si critica l’utilizzo di medicinali o interventi chirurgici. Semplicemente si cambia prospettiva. Il sintomo non è più un qualcosa da eliminare ma un punto di partenza per un viaggio in cui il protagonista è la persona. Chi guida in questo viaggio è sempre la persona, al suo fianco non c’è un solo medico, ma più di uno ed è un viaggio nel corpo, nella mente, nel cuore e nell’anima.

Per chi intraprende un viaggio di guarigione nel corpo, nella mente e nell’anima, diventa importante avere ogni aiuto energetico. Nel percorso dentro i mondi interiori, spesso si utilizza ogni forza disponibile e l’alimentazione energetica diventa un elemento chiave per la guarigione. Lo stesso vale per chi intraprende un viaggio di crescita spirituale e conoscenza di se stesso.

Se questo vuoi avvicinarti alla pratica di nutrimento delle energie sottili dei tuoi corpi energtici puoi approfondire l’argomento, mettendo in pratica i metodi per aumentare la qualità delle energie nella tua vita e i consigli per evitare di disperdere energie o abbassare la tua frequenza vibrazionale.

Supporto per lo stress

Un grande aiuto nell’armonizzare e nutrire le proprie energie sottili è necessario anche per chi ha un grande dispendio energetico. Lo stress e le preoccupazioni scaricano velocemente le riserve di energia, come l’uso prolungato dell’attenzione e della concentrazione, tipico di chi studia o di lavori molto impegnativi. Anche provare forti emozioni, soprattutto non positive, è causa di scarico delle energie sottili e di abbassamento della propria frequenza vibrazionale. Anche le persone naturalmente empatiche scaricano grandi quantità di energia sottile e potrebbero quindi trarre grandi vantaggi da una corretta alimentazione energetica.

Conclusioni

Se stai mettendo alla prova il tuo corpo, sovraccaricando il corpo, le
emozioni, la mente o lo spirito, devi imparare a nutrire correttamente i tuoi corpi sottili e fare quanta più attenzione possibile all’alimentazione energetica. L’essere umano, nella sua complessità di materia ed energia, può raggiungere risultati miracolosi, se viene accettato, compreso e trattato nel modo migliore.

Lascia un commento