Il Segreto della meditazione

Praticando meditazione si inizia ad intuire che ci sia dietro molto di più di quello che viene insegnato: un vero e proprio Segreto. Il segreto della meditazione è collegato alle energie sottili ad alta frequenza.

Ho avuto in dono questo Segreto più di 20 anni fa, dal mio primo maestro Zu Yao Wu, che insegnandomi una pratica di Qi Gong, mi svelò che l’energia stessa insegna. L’energia porta con sé gli insegnamenti che ci servono. Molti anni dopo ho compreso cosa intendesse.

Praticando meditazione, Qi Gong o Reiki, elevi il tuo stato di coscienza e le vibrazioni della tua energia. Con la pratica continua le tue frequenze riescono ad elevarsi sempre di più e la tua coscienza si sposta da questo piano di realtà, dove esistono le cose che vedi, al piano delle idee, in cui esistono le cose che pensi. La coscienza con la pratica si sposta in altri piani di realtà, sempre più leggeri, più elevati, dove la tua percezione mentale non può accedere perché è troppo pesante.

In questi piani più elevati ci si arriva con l’intelligenza spirituale, che si allena e fortifica praticando meditazione o altre tecniche che utilizzano il corpo spirituale.

Piani di coscienza

Accedere a piani di coscienza più elevati permette di vedere molte più cose e di vedere le stesse cose in modo più profondo e chiaro.

L’uomo che vive in uno stato di coscienza minimo vede il mondo dai suoi occhi. Esiste solo tutto quello che incontra nel suo cammino, nella sua casa e nel suo giardino. Se la sua coscienza viene attaccata ad un palloncino che la solleva anche solo di un metro, l’uomo può vedere se stesso. L’uomo osserva se stesso che vive, può comprendere meglio cosa gli succede intorno e guardare qualche metro oltre, fino alla fine dell’isolato.

Se la coscienza può aggrapparsi a tre palloncini, si solleva di più e vede tutto il quartiere, si rende conto di altre cose, vede lo svolgersi delle relazioni e scopre come mai sono accadute certe cose nel suo passato, guardando l’interazione di molte più variabili. L’aria da quella distanza è inoltre più fresca ed è un bel modo per rigenerarsi e prendere una pausa dall’essere in continua reazione agli eventi.

Se diamo alla coscienza molti più palloncini, vedrà tutta la città, tutta la nazione, vedrà tutto il mondo. Nel mondo vedrà molte cose in più, rispetto alla vita nel suo giardino, vedrà molti tipi di giardino e darà un nuovo senso a quello che prima pensava di conoscere e vedere.

Con molti altri palloncini si potrà elevare ancora e vedere tanto altro, più si diventa leggeri e più la coscienza potrà sollevarsi e guardando quello che è accaduto nel passato, le sue interazioni con gli altri e la direzione di queste forze, potrà scorgere anche elementi del futuro.

Energie e unità

Esistono energie differenti, in differenti piani di realtà. Queste energie quando entrano in contatto con noi ci arricchiscono e ci nutrono, ci insegnano a vedere il mondo da molteplici punti di vista, contemporaneamente.

Quando medito posso contemplare ogni cosa da più punti di vista. Così quella foglia sul ramo è colore, è movimento leggero e tremolante, è l’insieme delle sue molecole che interagiscono, dei suoi atomi che trottolano, è nel sibilo del vento, è nel profumo dell’aria, ma è anche energia, frequenza, un’onda che si muove intorno a me, che interagisce nel mio campo di energie sottili e nel contatto di quella interazione le nostre onde si incontrano e danzano e in quell’intreccio si mescolano, e si fondono col vento, con i colori, coi profumi, col tremolare dei suoi bordi, così che non esiste più spazio che mi separa da tutto questo, nelle onde di frequenza siamo insieme, uniti, una cosa sola.

Puoi sentire l’unità con tutto quello che riesci a vedere, nella misura in cui puoi vederlo e la tua coscienza può illuminarlo. Non è qualcosa che puoi capire, vivendo la tua natura di energia e di luce potrai vedere e vedendo potrai sapere.

Ecco il Segreto della meditazione

Il segreto della meditazione è permettere alla coscienza di esplorare il mondo in modo diverso. Incontrare e vedere le molte realtà che esistono e relazionarsi, interagire con la natura di luce, energetica, di ogni elemento del tutto.

Queste energie nutrono la tua intelligenza spirituale, insegnano alla tua anima cosa che la tua coscienza ancora non può comprendere. Le energie ad alta frequenza nutrono, fortificano e allenano la tua anima che non solo diventa più forte ma impara. L’intelligenza mentale ha i limiti della nostra natura biologica e termina il suo percorso quando il nostro corpo si spegne, l’intelligenza spirituale è connessa alla nostra anima e quello che viene imparato non verrà mai perso.

Conclusioni

L’intelligenza spirituale non si sviluppa studiando sui libri e non si coglie con la logica della mente. La mente arriva solo a certi livelli di coscienza, che con il tempo migliorano ma oltre questi non vede.

Praticando la meditazione, muovendo, allenando la propria coscienza a muoversi ed esplorare, potrai vedere e sarà tutto sempre più chiaro. Utilizzando e muovendo le energie sottili con pratiche come il Reiki o il Qi Gong, potrai percorrere le vie dell’energia. Col tempo ti porteranno in mondi nuovi e ogni volta che tornerai alla tua vita di tutti i giorni, anche questo mondo ti sembrerà sempre un po’ nuovo.

L’energia ad alta frequenza vibrazionale è un vero maestro che insegna ogni giorno alla tua anima quello di cui ha bisogno. Per questo motivo è importante meditare e bere ogni giorno acqua energizzata con le massime frequenze; in questo modo ti prendi cura della tua anima e della sua evoluzione.

Lascia un commento